Alla Scala la PFM con orchestra

Suggerimenti e considerazioni sulla base delle proprie esperienze personali. Segnalazione di prossimi eventi.

Re: Alla Scala la PFM con orchestra

Messaggiodi Canio » gio mar 31, 2011 5:34 pm

ti dico purtroppo, la musica contemporanea è diventata un genere... la musica colta di oggi, la musica d'arte per intenderci, Berio, Stockhausen, Ligeti etc... non hanno avuto abbastanza pubblico per essere ciò che Mozart o Verdi sono stati per le loro epoche. Purtroppo. Noi abbiamo tanta musica commerciale, che ci fa lavorare ok... ma musica spesso costruita per soddisfare un bisogno consumistico, radio, vendita cd, vendita biglietti, etc.. e solo a volte abbiamo qualità, questo lo puoi ammettere no?
Così volevo dire che gli U2 o Vasco si, per estensione sono musica contemporanea, che io amo per esempio, ma non possono essere considerati gli eredi di Bach, piuttosto della musica popolare di allora, questo si.
Cambia. Perchè per la musica colta, io sono appassionato di musica elettronica ad esempio, ci vuole pazienza nell'ascolto e nello studio, cosa che per la musica elettronica, diciamo, commerciale non serve.
Ora il problema è semplice, PFM o meno... cattivo gusto o meno... ( si intende... se Mozart ha scritto per certi strumenti è perchè quelle melodie sono indissolubilmente legate a quei timbri, timbri!!! colori!!! farle con la chitarra elettrica fa ridere, è volgare, non c'è ricerca in questo.. solo volgarità, e non è la mia una posizione snob. la ricerca musicale è altra cosa)
perchè pagare per certe cose???
Io non sono d'accordo.
Magari sarà una cosa epocale, ti giuro che lo spero, ma non sarà così.
E' chiaro che i comunicati stampa non li fanno i musicisti... ma non è questo... è la cura della cosa, PFM classic si rivolge a gente che non ha idea di chi sia Haendel o Rossini, e bluffare un nome o un titolo, e poi suonare una melodia accattivante, svuotata di tutto il suo significato!!!, fa la serata. fa l'incasso.. ma ricorda che a pagare per tutto è la provincia di Milano... eh si...
Io non ho niente contro chitarre o bassi e batterie... figurati, ti consiglio la Sesta Sinfonia di Henze, inizia con un bellissimo passaggio di archi e chitarra distorta.
e ti consiglio la versione degli u2 del Krons quartet, ...vedi che la qualità si può fare? basta saperla fare.
Secondo me tutto dipende dal risultato, non dai mezzi. i mezzi sono appunto... mezzi...
Canio Milanesi
Canio
 
Messaggi: 18
Iscritto il: mar mar 02, 2010 2:39 pm

Precedente

Torna a Bacheca: Eventi, Corsi, Stages e Seminari...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

apri »