Crolla il palco della Pausini

Il mondo del Service dalla A alla Z... Forum riservato alla discussione ed al confronto di tutte le problematiche riguardanti il mondo del "Rent"

Moderatori: keepsound, pannokia, Bufalo

Re: Crolla il palco della Pausini

Messaggiodi alcimus » gio mar 22, 2012 3:07 pm

La verità e che ci si nasconde dietro al dito da una vita....tutto luccica e tutto brilla sopratutto se si parla della pausini o altri simili...(cioè pompatissimi dal lato dal lato scenico e pubblicitario ma dal contenuto musicale scadente). Daccordo che in questo caso la colpa è della coperativa..o meglio viene attribuita alla coperativa.. ma la produzione della Pausini non chiede la regolarità contributiva alle cooperative a cui affida i lavori?
Mi viene il dubbio che gli operai irregolari c'erano anche a Reggio Calabria?? chi sà. Dalla mia esperienza al 99 % si !!
Purtroppo per loro oggi con la montagna di scartoffie da firmare è difficile che 16 operai in nero passino inosservati quindi è un po difficile che non lo sapessero...
e poi muore qualcuno e si fa una bella dedica su twitter... mah
alcimus
 
Messaggi: 5
Iscritto il: sab mar 10, 2012 11:04 am

Re: Crolla il palco della Pausini

Messaggiodi johnryan » gio mar 22, 2012 3:54 pm

un mondo ha scritto:http://napoli.repubblica.it/cronaca/2012/03/22/news/la_finanza_scova_16_lavoratori_in_nero_impegnati_nei_lavori_per_il_concerto_della_pausini-32004138/?ref=HRER1-1


E cosa dovremmo commentare....dire che hanno sempre la testa più dura della kriptonite? Molti si domandano ancora perché sono scappato da quella regione e una delle risposte è proprio perché cose simili vanno avanti, nonostante la perdita della vita di qualcuno. Il rispetto per la vita è più importante di qualsiasi altro valore. Quando poi accade a qualcuno di loro, "...oh, che disgrazia....era una brava persona....era un lavoratore....ecc ecc..."

Ma forse la cosa più triste non è il modo di agire di certi personaggi di quelle parti - e non tutti, visto che le mie radici sono li e ne conosco molti che lottano per essere regolari - dicevo, la cosa più triste è che per iniziare a fare i controlli, ci vuole sempre il morto...anzi, ora sono due. Anche le forze dell'ordine forse si muovono quando gli interessa. :(
John Ryan
Avatar utente
johnryan
 
Messaggi: 38
Iscritto il: mer mar 18, 2009 10:22 am
Località: Campi Bisenzio, Firenze


Re: Crolla il palco della Pausini

Messaggiodi johnryan » gio mar 22, 2012 3:58 pm

alcimus ha scritto:La verità e che ci si nasconde dietro al dito da una vita....tutto luccica e tutto brilla sopratutto se si parla della pausini o altri simili...(cioè pompatissimi dal lato dal lato scenico e pubblicitario ma dal contenuto musicale scadente).


Che la musica non debba piacere a tutti, è solamente questione di punti di vista...evviva la democrazia! Ma non esiste musica scadente...non ricordo chi caposcuola del jazz (credo Mingus) abbia detto "esistono solamente due generei di musica...quella buona e quella cattiva". Che noia sarebbe se a tutti piacesse la stessa m 8-) usica, no?
John Ryan
Avatar utente
johnryan
 
Messaggi: 38
Iscritto il: mer mar 18, 2009 10:22 am
Località: Campi Bisenzio, Firenze

Re: Crolla il palco della Pausini

Messaggiodi DADAUMPA » gio mar 22, 2012 9:01 pm

Marcello Croce
DADAUMPA
 
Messaggi: 53
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm

Re: Crolla il palco della Pausini

Messaggiodi alcimus » gio mar 22, 2012 9:35 pm

caro johnryan,
ti prego non prendere questo mio intervento come un'affronto e vorrei che rimanessimo in tema senza offese inadatte a questo forum.
Nel mio commento non mi sembra di aver detto che Laura Pausini fa musica che non deve ascoltare nessuno, ma ho detto che quel tipo di musica per funzionare bene ha bisogno di essere pompata sia a livello commerciale che a livello scenografico ma sopratutto aggiungo e fatta su misura per vendere dischi ed altro. Da qui prende il nome "musica commerciale". E allora per "pompare" il prodotto bisogna montare una struttura faraonica con un palco faraonico e tant'altro. Ricordo per chi non lo sapesse i più grandi della musica hanno suonato e suonano tutt'oggi su palchi più piccoli della stanza da cui vi scrivo. Sottolineo questo è un mio giudizio personale.
Quando dici che sei "scappato da quella regione" mi viene da dire che a questo punto dovresti scappare dall'Italia.
Le stesse cose accadono giorno per giorno a Milano e in tutta Italia. Di gente che lavora in nero ne vedo ogni giorno, e non penso sia un fatto regionale ma un problema Italiano.
alcimus
 
Messaggi: 5
Iscritto il: sab mar 10, 2012 11:04 am

Re: Crolla il palco della Pausini

Messaggiodi johnryan » gio mar 22, 2012 9:39 pm

Riguardo a quanto ho detto sopra, a proposito dei gusti musicali....in quanto fonico, ho imparato ad apprezzare ogni forma e genere di musica, ma sopratutto ho sempre dimostrato grande rispetto verso gli artsti con i quali ho collaborat e le loro individuali espressioni musicali, canore ecc. Senza rispettare l'artista e la sua musica, qualsiasi essa sia, non ci si diverte...e parte del nostro lavoro é anche trarne il massimo piacere. ;)
John Ryan
Avatar utente
johnryan
 
Messaggi: 38
Iscritto il: mer mar 18, 2009 10:22 am
Località: Campi Bisenzio, Firenze

Re: Crolla il palco della Pausini

Messaggiodi johnryan » gio mar 22, 2012 9:47 pm

alcimus ha scritto:caro johnryan,
ti prego non prendere questo mio intervento come un'affronto e vorrei che rimanessimo in tema senza offese inadatte a questo forum.
Nel mio commento non mi sembra di aver detto che Laura Pausini fa musica che non deve ascoltare nessuno, ma ho detto che quel tipo di musica per funzionare bene ha bisogno di essere pompata sia a livello commerciale che a livello scenografico ma sopratutto aggiungo e fatta su misura per vendere dischi ed altro. Da qui prende il nome "musica commerciale". E allora per "pompare" il prodotto bisogna montare una struttura faraonica con un palco faraonico e tant'altro. Ricordo per chi non lo sapesse i più grandi della musica hanno suonato e suonano tutt'oggi su palchi più piccoli della stanza da cui vi scrivo. Sottolineo questo è un mio giudizio personale.
Quando dici che sei "scappato da quella regione" mi viene da dire che a questo punto dovresti scappare dall'Italia.
Le stesse cose accadono giorno per giorno a Milano e in tutta Italia. Di gente che lavora in nero ne vedo ogni giorno, e non penso sia un fatto regionale ma un problema Italiano.


Tranquillo, ho capito il senso delle tue parole, ma come dici tu, alcune forme d'arte hanno bisogno di grandi allestimenti per essere giudicati "grandi", ma se tutto viene fatto con il massimo criterio di sicurezza e rispetto per chi lavora, sono a favore.

Secondo...certo che non é un problema regionale, ma se c'é da stabilire un record, Il fattore regionale entra in atto. Che io scapi dall'Italia....beh, ci siamo molto vicini....ma molto, credimi....e la cosa non mi costa poco dal puntomdi vista sentimentale.

Un saluto,
JR
John Ryan
Avatar utente
johnryan
 
Messaggi: 38
Iscritto il: mer mar 18, 2009 10:22 am
Località: Campi Bisenzio, Firenze

Re: Crolla il palco della Pausini

Messaggiodi m.paolo » gio mar 22, 2012 10:05 pm

!!!!! 16 appena per una produzione del genere? Evidentemente non avranno controllato tutti. Di coop. nel nostro campo ne escono come funghi. Problema : se servono cento persone da dividere nelle varie mansioni alcuni personaggi non hanno alcun problema a reperire il personale naturalmente, e rigorosamente in nero. Ecco i prezzi super conveniente per allestire gli eventi. Se io faccio un preventivo es. 120€. ho la concorrenza a 50€. La risposta che mi danno : ma quanto vuoi guadagnarci.....John. Io sono campano tu nel settore sei conosciuto, e conosci bene il settore, i costi che girano da noi sono imbattibili sfido chiunque a ribadire, i tecnici sono bravi e non si discute, ma per forza di cose devono lavorare a nero altrimenti non lavorerebbero. Sono sicuro che se gli organi competenti controllerebbero troverebbero sempre lavoratori non in regola !!!!
Paolo Monaco
m.paolo
 
Messaggi: 311
Iscritto il: sab gen 24, 2009 7:39 pm

Re: Crolla il palco della Pausini

Messaggiodi Wavelength » gio mar 22, 2012 10:37 pm

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03 ... ni/199360/

Nei commenti, il tastierista della band, Bruno Zucchetti, sostiene che i lavoratori in nero erano relativi al Palamaggiò.
Non cambia la gravità della cosa ma sposta il baricentro del problema.
Massimo Minardi
Wavelength
 
Messaggi: 56
Iscritto il: ven gen 02, 2009 1:14 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Services e Dintorni...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

apri »