Lavori seri

Il mondo del Service dalla A alla Z... Forum riservato alla discussione ed al confronto di tutte le problematiche riguardanti il mondo del "Rent"

Moderatori: keepsound, pannokia, Bufalo

Lavori seri

Messaggiodi Estraneide » mar mag 21, 2013 2:03 pm

In risposta allo status Facebook di un artista con cui ero in tour l'anno scorso che sosteneva di non voler entrare in politica perche fa già un sacco di cose in cui "non si sporca"
Uno di quei nomi abbastanza grandi della musica italiana.

"non mi sporco", sei sicuro?
Sono stato il tuo backliner l'anno scorso, quello del service "degli incapaci",
Incapaci che facevano giornate lavorative di 24 ore (anche di più considerando i viaggi), incapaci che dormivano in 8 in un camper da 5 sporco e con le cimici.
Incapaci che dovevano scaricare il camion perché i facchini non c'erano MAI, costavano troppo.
Noi saremmo tecnici e ci trattano da schiavi, mai un albergo, una doccia se capita, panini se capitano.
Ma tanto siamo bestie noi, mica artisti.
Non sporcarsi significa far finta di non vedere cosa succede intorno a te? Significa vedere lo sporco in casa d'altri perchè i problemi di produzione non riguardano gli artisti?
Ce ne fosse UNO di voi "grandi artisti" che prendesse posizione su cosa succede nei tour, che chiedesse quante ore di lavoro fa un tecnico, se la paga è adeguata, se il trattamento è da ESSERI UMANI.
Ma tanto a noi ci pagano tanto, è vero?
5€ l'ora per partire da casa la notte prima, fare km e km nella sporcizia, arrivare all'alba, scaricare il camion, montare la struttura, l'impianto, le luci, il backline, fare il check, lo spettacolo, lo smontaggio, il carico, il nuovo viaggio sono un sacco di soldi, è vero?
Fare in 7 il lavoro di una squadra di 14 almeno (2 scaff, 2 strutturisti, 2 elettricisti, 2 fonici, 2 backliner, 1 tecnico video e 3/4 facchini per il load in/out.... e chi li ha mai visti) è una cosa pulita?
Essere assunti da manovale generico part-time dalle sedicenti cooperative o service è da veri signori, è vero?
Essere messi a mangiare al tavolo degli sfigati e litigare per una porzione di patatine (te lo ricordi l'allestimento a Torino?) mentre i musicisti pranzano a base di pesce al tavolo di fianco (per inciso, in piu di 10 anni che lavoro in questo settore non è MAI successo, solo con la tua produzione, al massimo ci davano gli 80€ di diaria e poi erano fatti nostri, nel tuo tour 80€ era quasi la paga).
Ecco ora sai perchè a volte capitava una chitarra scordata o un cavo non testato.
Perchè eravamo stanchi, ma non la stanchezza del lavoro, quella ce la mangiamo a colazione, no di certo.
La stanchezza di chi viene sfruttato ed umiliato, quella ti distrugge dentro.
Eppure sorridevamo, di solito, perchè il sorriso di quando lo show è andato bene, quello che segue gli applausi, è lo stesso, deve esserlo, per musicisti e squadra tecnica.
Noi amiamo il nostro lavoro, siete VOI artisti e manager, con le vostre ipocrisie, che ce lo fate odiare.
Detto ciò chiediti seriamente chi è davvero sporco tra chi ha le pezze di sudore sotto le ascelle e chi va a farsi la doccia in albergo tutte le sere convinto di essere nel giusto.
Fabio Trotta
Estraneide
 
Messaggi: 10
Iscritto il: gio mar 05, 2009 1:34 am

Re: Lavori seri

Messaggiodi AndreaC » mar mag 21, 2013 2:28 pm

Bel post, complimenti!
Sarebbe bello anche far sapere chi è che non si vuole sporcare e la produzione così ché altri sappiano a cosa possono andare incontro.
Purtroppo le mezze denunce non servono a molto... Ma non ci sono passato io e non dovrò trovare lavoro nel prossimo immediato quindi non giudico.
In bocca al lupo!
Andrea Croce - Tecnico commerciale per X-Treme, Peeckersound
Avatar utente
AndreaC
 
Messaggi: 506
Iscritto il: mar ago 07, 2007 12:18 pm
Località: Sound Corporation - Reggio Emilia

Re: Lavori seri

Messaggiodi Estraneide » mar mag 21, 2013 4:08 pm

Ovviamente l'artista non si è scomodato a rispondere, probabilmente i commenti sulla sua pagina FB non li legge proprio, gli bastano i 32mila e dispari Mi Piace.
Non ho paura di dire che è Enrico Ruggeri, tanto la critica non era neanche tanto a lui quando alla produzione dell'anno scorso ed al sedicente service per il quale non non avevamo nessun tipo di diritto ma il primo ad essere preso per la gola dalla produzione era lui.
Il fatto è che eravamo pochi per la quantità di roba che c'era. Un bilico intero compreso di lahyr (2 torri), ledwall 8x5 , backline, luci e PA sospeso
Lo staff era:
fonico di sala (della produzione, non toccava nulla fino al soundcheck)
fonico di palco (dopo poche date in cui si rifiutava di fare load in/out è stato scaricato perchè "non lavorava")
datore luci e altro luciaio (una 40ina di motorizzati)
io (chiamato come backliner ma promosso sul campo a responsabile ledwall)
2 rigger/scaff che ruotavano di cui spesso solo uno capace

Morale della favola: si scaricava e montava tutto in 5, a volte 6!

Partenze a nonsense: per date a 200 km si partiva la notte prima, si arrivava su piazza alle 5 del mattino, si "dormiva" fino alle 8 e poi iniziava il massacro fino alle 4 del mattino.
Io iniziavo dallo scarico e finivo al carico, alla richiesta di sapere QUANDO potevo fare una pausa la risposta era: devi fare il backline, devi fare il ledwall, sei tecnico luci quindi serve una mano alle luci, tutti montano, tutti scaricano, tutti caricano.
Prendevo 120 a data con vitto a carico mio quindi se andava bene 100, realisticamente 90.
A volte abbiamo dovuto anche prenderci l'acqua su piazza.
Ah, ve ne dico un'altra: in allestimento a Torino (6 giorni più data zero-tot 9 giorni fuori casa) ci fu detto: o vi paghiamo i giorni di allestimento o la data zero, sono ritornato a casa con 120 euro, pagati anche dopo un mese e mezzo.

Si, dovevo mandarli affanculo prima, lo so...
Fabio Trotta
Estraneide
 
Messaggi: 10
Iscritto il: gio mar 05, 2009 1:34 am


Torna a Services e Dintorni...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

cron
apri »