ILive 112 & ILive T112

Forum dedicato al "Sound Reinforcement", ai prodotti e le tecnologie hardware e software per lo spettacolo professionale.

Moderatori: keepsound, hucchio, Bufalo

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi keepsound » mer lug 28, 2010 2:58 pm

Si, altro mondo, e mangi con le posate d'argento.

Poi è ovvio che chi s'accontenta gode, in base al proprio budget.
Ma c'è anche chi non si pone problemi di budget e utilizza solo.
Qui il problema si pone in altri termini, e la qualità audio è solo uno dei tanti parametri da tenere in considerazione, ci sta anche la versatilità, affidabilità, ergonomia, velocità di utilizzo e curva di apprendimento. Tutti questi parametri fanno si che un operatore possa svolgere bene il proprio lavoro, e chi é bravo e veloce è in grado di far suonare bene anche uno yamaha m7cl, che in quanto a ergonomicità e affidabilità non è secondo a nessuno, nemmeno alla bella sd9.
E ripeto, il costo non lo sto nemmeno a prendere in considerazione.
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi bogontom » mer lug 28, 2010 3:07 pm

verissimo...per quanto riguarda la curva di apprendimento....sd9 non può venire usato da chiunque subito...ci vuole un bel background di prove...anche se proprio la sua versatilità permette una configurazione estremamente personalizzata che lo rende molto simile agli altri mixer digitali, permettendo così a mio parere, ad ogni tecnico che abbia già usato un banco digitale di poter lavorare come se stesse usando il suo mixer preferito di tutti i giorni....in termini adi affidabiltà e prestazione forse ha quel qualcosa in più...
Thomas Bogoni
bogontom
 
Messaggi: 13
Iscritto il: ven gen 23, 2009 1:05 am

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi keepsound » mer lug 28, 2010 7:42 pm

Mah, ti diro', il software DiGICo e' veramente semplice da capire e usare quasi subito, in poco tempo ho preparato lil setup di ben tre tour, e di uno anche le snapshot.
Col T112 ho fatto la prima, poi ho sbagliato qualcosa e ho chiuso senza salvare, ho dovuto ricominciare da zero e alla fine sono riuscito a farne solo una nello stesso tempo utilizzato con DiGiCo

Devo dire che il piu' veloce e intuitivo in assoluto e' il software Yamaha, supera persino tutte le loro consolles alle quali poi devi abituarti alla loca<ione dei controlli e preferenze varie. Diciamo che vuol piu' tempo a fare l'installazione sul computer che non un preset

veloce anche Digidesign, a parte la macchinosita' nel cercare e trovare il software offline sul nuovo sito Avid, e installarlo su un PC che non rispetta la risoluzione richiesta. Fare una scena e' molto veloce e immediato, resta il fatto che non puoi programmarti gli fx, rendendo il software per meta' inutile e comunque inutilizzabile.

Ora sono alle prese con Pro6 Midas...ancora non ho preparato nulla. Ecco, li ti devi un minimo studiare il manuale, perche' gia' la configurazione degli in/out e' macchinosa.
Vi sapro' dire.

Certo che noi fonici siamo sfigati, ci stanno costringendo a conoscere a menadito tutti i softwares offline di tutti i banchi digitali che potremmo incontrare sul lavoro...i luciai mica sono cosi' propensi a studiarsi le varie consolles in commercio e circolazione: se uno conosce bene Avolites o Gran Ma, difficilmente sara' propenso a voler utilizzare altri modelli/marche.

Ciao
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi fedele » mer lug 28, 2010 11:36 pm

Certo che noi fonici siamo sfigati, ci stanno costringendo a conoscere a menadito tutti i softwares offline di tutti i banchi digitali che potremmo incontrare sul lavoro...i luciai mica sono cosi' propensi a studiarsi le varie consolles in commercio e circolazione: se uno conosce bene Avolites o Gran Ma, difficilmente sara' propenso a voler utilizzare altri modelli/marche.

Ciao[/quote]


grande
fedele de marco
fedele
 
Messaggi: 246
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:31 pm

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi poli84 » gio lug 29, 2010 9:09 am

fedele ha scritto:certamente...

ma anche altro prezzo. hai speso bene il sostanzioso budget che hai messo a disposizione.


Sinceramente non conosco i prezzi, ma non credo che tra i due prodotti (SD9 ed A&H) ci sia una differenza abissale.
A quello che ho sentito dire, SD9 dovrebbe stare sotto i 20000 euro, quindi alla fine per un service che lavora in modo abbastanza continuativo può essere una spesa gravosa sì, ma abbastanza arrivabile, e comprando Digico compri praticamente il meglio che c'è su piazza, e sei sicuro che nessuno te lo rifiuterà.
Su A&H (sto parlando solo di digitali), avrei qualche dubbio.
Alla fine i marchi più accettati (e diffusi) sul digitale sono Yamaha, Digico, Digidesign e, anche se ancora un po' meno, la Roland con l'M-400 che comunque è un buon prodotto.
Sugli altri, per ora, bisogna andare più cauti.

Ps.: non ho nominato Midas per ovvi motivi...
Diego Caratelli
poli84
 
Messaggi: 635
Iscritto il: gio mag 08, 2008 2:35 pm
Località: Asciano (Siena)

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi keepsound » gio lug 29, 2010 6:36 pm

Beh, ci stanno dai 4000 ai 5000€ di differenza e 8 ch di AD sullo stagebox a favore di A&H, entrambi un buon suono, ma la differenza del resto è comunque grande e a favore SD9 (non solo il Madi e integrabilitá)
Secondo me l'investimento vale.
Peró c'è da aggiungere che A&H è molto dinamica e aperta a consigli di miglioramento, aspettiamo la soft update 1.7, io un pó di input glie li ho dati
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi fedele » ven lug 30, 2010 9:54 am

si. la differenza è + o meno quella.

Indubbiamente giustificata e, SE UNO CE LI HA I SOLDI, conviene farlo sicuramente l'investimento in +. Ti porti a casa la Ferrari...
Se uno sceglie AH invece, per come la vedo io, fa comunque un OTTIMO INVESTIMENTO e, per molti che l'hanno già fatto, il migliore in quel tetto di spesa.

buon lavoro
fedele de marco
fedele
 
Messaggi: 246
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:31 pm

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi keepsound » mer ago 25, 2010 3:39 am

Allora,oggi ho fatto l'update del firmware alla vers 1.70.
Ho iniziato a farlo tramite il software offline ma mi ha aggiornato solo il mix rack e non la superficie nè il monitor, così m'ha subito dato un bell'errore. Ho cominciato a sudare freddo con temperatura sul palco vicina ai 35 gradi...
poi ho passato il firmware sulla chiavetta usb e inserita nello slot della superficie, e son riuscito a portare a termine l'operazione...sospiro di sollievo.
Di fatto succede che se aggiorni da software offline su computer il firmware deve essere compresso .zip, su chiavetta deve essere decompresso.
Il tempo occorrente è pari ad una accensione del banco (almeno 3 minuti), il tempo dell'aggiornamento (altri 2 minuti) un reset/restart completo (altri 3 minuti) e ricaricamento dello show (altri 2 minuti) diciamo in tutto 10 minuti, forse sono stato ottimista...diciamo 15 minuti in tutto.
Tutto sommato non male, se lo sai fare, aggiungi altri 10 minuti a cercare sul sito la procedura di update, il tempo del download del firmware non lo prendo in considerazione.
Quindi ho provato a ricollegare online il computer con il software per vedere se succede la stessa cosa che già accadeva con la vers 1.63, ovvero che il software non aggiorna perfettamente la visualizzazione dei layer nella modalità desk view....ebbene stessa cosa accade anche sulla 1.70.
E anche il led del tap tempo è sempre fuori tempo.
Peró ora funzione tweak...ahh sai come mi sento figo ora con l'iphone davanti ai monitor...ma non lo puoi utilizzare per fare il mix monitor per il semplice motivo che non puoi selezionare il mix, resti sempre sul main l r, al massimo puoi agire sui master level degli aux...
A sto punto mi chiedo cosa sia stato ottimizzato o migliorato, anche la velocitá mi pare la stessa, comunque la fifferenza non è apprezzabile..
Sono sufficientemente deluso.
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi Agent Smith » mer ago 25, 2010 4:49 pm

Beh diciamo che di cambiamenti ce ne sono stati abbastanza...basta leggere il changelog o farsi un giretto due minuti nei menù...la velocità non è cambiata di molto ma a parte in setup non è mai insufficiente...
discorso a parte per tweak: non è una feature fondamentale quindi criticarla così tanto mi sembra eccessivo...A&H sta sviluppando con ottima continuità tutto il proprio sistema digitale e non mancherà di rendere il programma davvero funzionale...leggendo il loro forum di supporto si trova un thread in cui inserire consigli e richieste su funzionalità da aggiungere o migliorare sia per il firmware sia per l'app per iPhone per cui non c'è da preoccuparsi di questa mancanza anche perchè, ripeto, non è una feature fondamentale..non è che senza tweak il sistema risulti inservibile
anzi il software è dimensionato alla potenza del sistema: settare i monitor standogli davanti è già possibile da tempo con una connessione wifi, un portatile normalissimo e l'editor della console...

Allego il file di changelog..
Allegati
Release Notes iLive firmware 1.70.pdf.zip
(46.88 KiB) Scaricato 664 volte
Enrico Mirante
Agent Smith
 
Messaggi: 20
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:02 pm

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi keepsound » mer ago 25, 2010 5:54 pm

Ciao Enrico,
grazie per il changelog

Il problema non e' che senza Tweak il sistema risulti inservibile, e' che Tweak e' inservibile per il sistema.

Poi perche' uno dovrebbe utilizzare un laptop in wi-fi quando potrebbe avere a disposizione Tweak, comodo e leggero?
Allora Tweak per cosa e' stato fatto? Avra' avuto bisogno di risorse di tempo e denaro per essere sviluppato, o no?
Inoltre l'editor collegato online non acquisisce dal mixer la surface view in maniera corretta, e i layer risultano essere diversi da come impostati sul banco...anche questo rende l'editor utile solo per la configurazione offline. Sto "baco" l'avevo gia' notato nella vers 1.63 e non e' stato risolto come speravo. PS. io uso l'editor su piattaforma Mac OSX 10.6.4 e il mio MacBook Pro e' un 2,66 GHz Intel Core 2 Duo con 4 Gb di RAM 1067 MHz, e lo collego direttamente via cavo ethernet con l'Airport disattivata (che se no manco si lascia collegare, probabilmente per un qualche IP mismatch)

Poi ci sarebbero tante altre cose da dire e ripetere, purtroppo mi s'e' cancellato questo post che avevo appena scritto e ora non ho voglia di ricominciare da capo.

Vediamo che fara' A&H prossimamente.
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

PrecedenteProssimo

Torna a Audio Pro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

apri »