ILive 112 & ILive T112

Forum dedicato al "Sound Reinforcement", ai prodotti e le tecnologie hardware e software per lo spettacolo professionale.

Moderatori: keepsound, hucchio, Bufalo

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi Agent Smith » mer ago 25, 2010 6:54 pm

beh Tweak è nato così come spiegato sul loro forum ma non rimarrà così a lungo: tutti hanno richiesto la funzione di cui senti la mancanza e anche secondo me è abbastanza indispensabile.
la politica di A&H per questo tipo di cose è molto semplice: noi partiamo con un prodotto software con alcune funzionalità di base e man mano lo espandiamo ascoltando anche le indicazioni dei nostri clienti..non mi sembra una politica criticabile in toto..certo magari sarebbe stato meglio inserire subito tutte le funzioni (ammesso che un iphone ce la faccia a farla girare) ma a quel punto ci si sarebbe lamentati del ritardo di pubblicazione...ricordo per chi non lo sappia che l'app è gratuita!
non ho ben capito il problema che hai tra pc e superficie: se cambi la disposizione dei fader sulla superficie non viene comunicato al pc? ma i settaggi vengono cambiati vero?
secondo me il problema è facilmente aggirabile visto che sull'editor non hai bisogno di tenere la visualizzazione tipo superfice di controllo ma puoi muoverti agilmente tra tutti gli input, tutte le aux ecc ecc...sempre se ho capito il problema...
Comunque se non hai fatto presente il problema al supporto tecnico prova a scrivere un post sul forum e sicuramente correggeranno la cosa.
Enrico Mirante
Agent Smith
 
Messaggi: 20
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:02 pm

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi keepsound » mer ago 25, 2010 10:01 pm

Esatto, proprio cosi.
Ma il mio terrore e' che possa accadere che poi l'impostazione del layer sbagliata sull'editor passi alla superficie di controllo.
Funzionare funziona, nel senso che cio' che muovi sull'editor si muove sulla superficie, ma non mi fido al 100% e quindi quitto immediatamente, a differenza di cio' che faccio su un PM5D dove lascio l'editor sempre online sino a fine concerto, poi gli faccio fare una ultima sincronizzazione Hardware>pc e salvo i file di editor e consolle, e per sicurezza risalvo tutto anche sulla pcmcia...tutto cio' che e' diverso da yamaha per me e' "indietro".
E tanto per dirtene una, il remoting su telefonino e' stato sviluppato per il pm5d gia' anni fa, non da yamaha, ma comunque l'idea non e' nuova.
Il fatto che sia gratuita e' un dovere...anche perche' se non hai il banco cosa picchio te ne fai???? e se e' per questo ci sono remote controller per iphone anche per le consolle luci tipo GranMa, e son ovviamente gratuite anch'esse.
E volendo con un qualunque programma di vnc e' possibile fare le stesse cose, anche se forse con un po' di ritardo nell'esecuzione dei comandi e con problemi di visualizzazione.
In quanto poi al fatto che vi possa essere qualche dubbio sulla capacita' di un iphone di gestire anche altri dati, quali la funzione mix e riaggiornamento del database, non penso proprio sia un problema, sara' un qualche Kb di tx e rx.

Sul loro forum non ci sono andato, per il semplice motivo che non penso di essere l'unico che s'e' accorto dei vari deficit del sistema, forse in Italia ma non certo all'estero. Il mio contributo potrebbe essere ridondante, e non vado certo a leggermi tutti i vecchi post per vedere se sono il primo a segnalare un problema...ho gia' il mio bel dafare a lamentarmi ogni volta che devo accendere quel robo di mixer.

Ciao
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi keepsound » lun ago 30, 2010 12:42 am

Ragazzi, occhio a collegare un router wifi al banco per far andare Tweak, forse c'è da disabilitare il dhcp sul router (qualcuno sa se ci sta scritto sul manuale della 1.70?)
Ieri è successo che, dopo averlo usato il giorno precedente, alla riaccensione gli ip devono essere andati in cacca e l'IDR non veniva più visto da superfice e monitor...IMuert T112...
Al primo hard reset non è successo nulla, al secondo nemmeno e solo al terzo è ripartito il sistema. Poi al ricaricamento dello show le assegnazioni erano tutte a puttane, fader a -oo qua e là...
Io non c'ero, ma c'era il mio sostituto Antonio, me l'ha raccontata cosi, ma ho ricevuto anche telefonata disperata dal tour manager...sound check con panico...non so cosa avrei fatto se fosse capitato a me, non lo avrei spaccato solo per non doverlo ripagare, visto che non è mio, ma lo devo usare ancora, purtroppo.
Miii, ma come si fa a non parlarne male?
La migliore definizione l'ha data un mio amico: "trappola".

Poi è venito fuori che la corrente era instabile...si, ok, è un pc da 1,5 GHz, ma perchè all'acquisto non regalano un ups?
...e tra l'altro il mio macbook pro è potente il doppio...
Vabbeh...lo show è stato fatto. quindi tutto è bene ció che finisce bene.

Ma il mio concetto di affidabilità è un altro...gli IP che fan dialogare la superficie di controllo con l'IDR non possono venir modificati a casaccio da un router con dhcp attivato....un mixer non puó essere un pc, un sistema non puó impiegare 3 minuti e più per accendersi ed essere operativo, uno show non puó impiegare 1 minito per caricarsi.
Ora arrabbiatevi pure, ma le cose stan cosi, noi si lavora, non si fa le cavie su palchi a 35 gradi all'ombra. Sta cosa che sembra bello e professionale che un'azienda migliora il prodotto in corso d'opera e seguendo le richieste degli utenti è tutto fuorchè professionale. Se no ti pago in corso d'opera anch'io....una rata ad ogni aggiornamento firmware...
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi keepsound » dom set 19, 2010 9:49 pm

Oggi ho cronometrato il T112:
Accensione: 2:31
Show load: 0:54
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi service line » dom set 19, 2010 11:56 pm

ciao keep volevo chiederti una cosa; ho intenzione di collegare un mac pro con l'editor dell'i-live sul palco per usarlo in una piccola situazione dove mi fa comodo monitorare il cantante dal palco; quando faccio qualche operazione dal portatile vedo muovermi a mio insaputa anche i fader del t112 che ho in foh? nel senso che se faccio un'operazione ad esempio sulle mandate aux dal portatile, automaticamente anche la superfice cambia layer ecc? se fosse così, c'è un'alternativa per evitare questo casino oltre che sbatterlo per terra e passarci sopra col camion(magari ancora carico)? riguardo al problema che hai avuto con il router non ho ben capito. bisogna disabilitare il dhcp? da dove lo faccio? avevo intenzione di crearmi una rete dove collegare apopunto idr48, portatile, amplificatori, ricevitori wireless(quelli akg 4500 per intenderci) ma se per qualche assurdo motivo possono esserci problemi con gli ip della superficie e idr magari evito, non mi ha mai convinto il collegamento tra motore e superficie. grazie anticipatamente e scusa per tutte le domande
Marcello Lepore
service line
 
Messaggi: 75
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:02 pm

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi Agent Smith » lun set 20, 2010 12:05 am

i fader si aggiornano se hai fader con la stessa funzione ovviamente ma altrettanto ovviamente i layer non cambiano. oltretutto dalla versione 1.60 del firmware c'è la possibilità di loggarsi con due utenti separati e quindi avere una doppia gestione completa del sistema.
il collegamento tra motore e superficie è stabilissimo basandosi su indirizzi ip: ti capita di avere problemi coi pc in una lan domestica?? no. appunto perchè è un protocollo talmente usato e funzionante da non dare problema sull'indirizzamento.
per quanto riguarda i collegamenti specifica degli indirizzi manualmente a tutte le interfacce evitando di assegnare quelli già usati dalla superficie, dal touchscreen e dalla stage box esattamente come faresti per una rete di pc.
Enrico Mirante
Agent Smith
 
Messaggi: 20
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:02 pm

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi service line » mar set 21, 2010 11:45 am

grazie per la risposta, purtroppo se ho usato termni un po pesanti è perchè il primo anno questo dannato mixer mi ha fatto sputare sangue; poi si è scoperto che era un problema hardware, ma ogni tanto qualcosa si rinputtana e devo lanciare un hard reset, l'ultima volta a 5 minuti dall'inizio del concerto. per il resto un ottima macchina.
Marcello Lepore
service line
 
Messaggi: 75
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:02 pm

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi keepsound » mar set 21, 2010 2:00 pm

Se sei su una rete wireless disattiva il dhcp, la rete falla superprotetta wpa2, occhio che se usi una rete non protetta con il dhcp attivo, e metti che il router wifi è usato per esempio dal Galileo che usa lo stesso ip del t112, ti si scasina tutto.
Il dhcp si disattiva dal pannello network dove ti appaiono i tre indirizzi ip dell'idr, monitor e superficie.
Quando disattivi il dhcp devi dare ip differenti ad ogni unità in modalità manuale, stesso subnet.
Quindi: 192.168.1.1 idr
192.168.1.2 monitor
192.168.1.3 superficie
192.168.1.4 primo computer
192.168.1.5 secondo computer
subnet mask 255.255.255.0 su tutti

Se sei su una lan via cavo ethernet non dovresti avere problemi.

Aspetta un upgrade del Tweak, cosi com'è non serve a una ceppa.

Aggiorna il firmware e gli editor alla 1.70 via chiavetta usb, se lo fai via computer rischi di aggiornare solo l'idr e dover ripetere la procedura via usb
Nella root principale della chiavetta il file der firmware va lasciato compresso .zip, via computer invece no, e già questo incasina.
Non lo fare prima di uno show e metti tutto sotto ups.

Sull'editor controlla che i canali sui layer corrispondano a quelli sulla superficie...a me no, l'editor fa ció che gli pare. Io non uso più l'editor collegato al sistema, solo a casa per prepararmi gli show da passare poi su usb.

La storia degli ip è assurda, dovrebbero essere blindati e accessibili solo dalservizio assistenza.
Un mixer professionale dovrebbe far si che come l'accendi funziona tutto a prescindere, monitor in primis.
Importa una sega se ci puoi collegare altri idr o superfici o monitor o computer, facessero che si autoconfiguri, e risolvessero il problema della lentezza dei vu meters, visto che l'idr aspetta l'ok dalle periferiche per ogni pacchetto dati inviato..in pratica idr ivia il dato di accensione led, la superficie dice ricevuto, idr dice grazie te ne invio uno nuovo e la superficie accende il led...se colleghi un altro computer con editor avviene anche per lui e tutto rallenta ulteriormente...ora capisco perchè anche il led virtuale del tap tempo arriva fuori tempo...ahahaha.

E quando lo spegni, la routine di shutdown se la deve fare il mixer, non l'operatore che prima fa lo shutdown software e poi deve aspettare che appaia la scritta che lo puoi spegnere...sto usando un mixer, m'importa una sega che sia fatto da un lurido pc anche se con kernel Linux, se fosse anche un Mac sarebbe uguale.

comunque. a quanto vedo non sono l'unico ad essere diventato scemo col mixer! cribbio, per me è uno strumento di lavoro, non un giocattolo informatico dietro al quale dover impazzire e sperare ogni volta che l'accendo, che funzioni. Anche perchè non sono l'unico ad utilizzarlo, il service lo dà in mano anche ad altri utenti, pertanto è un'incognita ogni volta che apro il case.
L'ip di collegamento deve essere configurabile solo tra mixer e computer esterni, superfici, mobitor e idr devono essere una unità unica indivisibile, imparassero da Yamaha (anche DiGiCo imparassero il midi da Yamaha, e anche Midas e A&H imparassero la gestione dei patch da Yamaha o Digidesign)

Se arriva un nuovo aggiornamento son pronto a ricredermi

Ciao
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi service line » mar set 21, 2010 7:20 pm

ciao grazie per la risposta, ne terrò conto. un'ultima domanda; ho visto un service che aveva un pro6 midas, usare la porta lan bridge per far comunicare il pc con il galileo sul palco; in poche parole si sono risparmiati di stendere un secondo cavo lan perchè sfruttavano il cavo di collegamento tra superfice e mix rack; è possibile farlo anche con l'i-Live per caso? da quello che ho capito una volta settati tutti i devices sulla stessa rete dovrebbero comunicare tutti con tutti, è esatto?
Marcello Lepore
service line
 
Messaggi: 75
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:02 pm

Re: ILive 112 & ILive T112

Messaggiodi keepsound » mar set 21, 2010 9:30 pm

Si, con un router wifi sul palco e uno in sala, enrrambi in modalità wds, opure sfruttando la rete router-wifi del pc, che perô potrebbe risultare instabile.
Per questo ti dicevo degli ip e della dhcp.

C'è un altro thread sui router qui in audio pro.

ciao
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

PrecedenteProssimo

Torna a Audio Pro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

apri »