punto zero

Forum dedicato al "Sound Reinforcement", ai prodotti e le tecnologie hardware e software per lo spettacolo professionale.

Moderatori: keepsound, hucchio, Bufalo

punto zero

Messaggiodi roosl » ven gen 04, 2013 3:06 am

leggevo una vecchia intervista e volevo capire bene come funziona questa tecnica, cosa significa prendere come punto zero il rullante o la batteria per fare l'allineamento del PA?


ZioGiorgio: cosa hai preso come “punto zero” per i vari allineamenti e ritardi?

Orlando Ghini: ho fatto le misure dal palco, dal punto in cui è posizionato il rullante che, dal vivo, è uno strumento che esce a una pressione già abbastanza alta.
Da li sono semplicemente partito con un ritardo sul main e poi via tutto il resto...
Roberto Slivi
roosl
 
Messaggi: 703
Iscritto il: lun nov 16, 2009 4:32 am

Re: punto zero

Messaggiodi keepsound » ven gen 04, 2013 6:17 am

Per me e' una stronzata.
Allegati
Percezione delay.jpg
Percezione delay.jpg (150.36 KiB) Osservato 5439 volte
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

Re: punto zero

Messaggiodi freddypc » ven gen 04, 2013 9:41 am

Può avere un suo perchè in teatro o su palchi molto piccoli, quando la pressione dell'impianto non è (o per suoi limiti o per scelta) sufficiente a superare il volume di un suono acustico presente sul palco, in tal caso agli ascoltatori dovrebbe arrivare nel complesso un suono migliore. Di sicuro non aiuta i musicisti!!!
Federico Bianchi
Avatar utente
freddypc
 
Messaggi: 584
Iscritto il: lun gen 21, 2008 6:39 pm

Re: punto zero

Messaggiodi roosl » ven gen 04, 2013 3:52 pm

data la mia ingnoranza non riesco proprio a comprendere come si fa questa cosa, che misurazioni vanno fatte e come si procede?

Si allinea semplicemente tutto il sistema top+ sub ecc...poi lo si sposta tutto indietro, oppure vanno fatte delle misurazioni specifiche e ci si muove in una maniera specifica?
Roberto Slivi
roosl
 
Messaggi: 703
Iscritto il: lun nov 16, 2009 4:32 am

Re: punto zero

Messaggiodi keepsound » ven gen 04, 2013 7:49 pm

La prima che hai detto. Allinei il tuo PA, poi fai una qualche misura empirica col metro laser, converti in ms (dopo che hai misurato temperatura e unidita'), e speri che si senta giusto a meta' sala, al centro...perche' come ti sposti gia' non torna piu' nulla. Lascia perdere e non ci pensare.
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

Re: punto zero

Messaggiodi FedeVi » gio gen 17, 2013 11:44 am

Puoi usare anche il monitor del batterista per far l'allineamento. Come ha detto freddy è una tecnica che ha i suoi perchè nelle situazioni in cui il palco suona più del PA ricordandosi di quello che dice Italo... quindi è ovvio che non bisogna dare ms a palate
Federico Maule
FedeVi
 
Messaggi: 34
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:02 pm

Re: punto zero

Messaggiodi roosl » mer mar 06, 2013 1:44 pm

quindi italo questa tecnica non ti piace, però leggendo oggi lo zio la usa anche Taglia per bocelli
Roberto Slivi
roosl
 
Messaggi: 703
Iscritto il: lun nov 16, 2009 4:32 am

Re: punto zero

Messaggiodi keepsound » mer mar 06, 2013 1:50 pm

Conosco Andrea, ma non e' detto che poiche' lo fa lui lo debba fare pure io o essere d'accordo. Per lui e gli altri vale la stessa cosa.
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

Re: punto zero

Messaggiodi roosl » mer mar 06, 2013 1:52 pm

certamente, volevo capire meglio quali sono le tue perplessità, leggendo gli articoli degli ultimi "grandi eventi" dello zio sembra una tecnica usata da molti, approfitto anche della tua grande esperienza per sentire più campane.
Roberto Slivi
roosl
 
Messaggi: 703
Iscritto il: lun nov 16, 2009 4:32 am

Re: punto zero

Messaggiodi hucchio » mer mar 06, 2013 5:41 pm

Comunque le cose vanno contestualizzate...

Nel caso di Bocelli a Miami secondo me è giustissimo e sacrosanto quello che dice Andrea proprio al fine di ottenere un fronte sonoro omogeneo tra il suono diretto dell'orchestra, che non è comunque trascurabile, ed il suono dell'impianto.
Sul perchè Andrea abbia scelto la sezione degli ottoni è spiegato nell'intervista.

In un palco "rock and roll" spesso si considera come sorgente di maggior emissione il rullante della batteria, per ovvi motivi...
Avete mai provato a microfonare mentre il batterista inaspettatamente accorda il rullante? :-)

Secondo me questa tecnica è condivisibile e logica ma, come al solito, non sarà l'unica...
Aldo Chiappini
Avatar utente
hucchio
 
Messaggi: 873
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:02 pm

Prossimo

Torna a Audio Pro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

apri »