dBm

Forum dedicato al "Sound Reinforcement", ai prodotti e le tecnologie hardware e software per lo spettacolo professionale.

Moderatori: keepsound, hucchio, Bufalo

Re: dBm

Messaggiodi roosl » gio gen 17, 2013 4:03 pm

quindi anche il calcolo dei dBu e dBv fatto con impedenze di 600 ohm?
Roberto Slivi
roosl
 
Messaggi: 703
Iscritto il: lun nov 16, 2009 4:32 am

Re: dBm

Messaggiodi keepsound » sab gen 19, 2013 11:05 pm

Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

Re: dBm

Messaggiodi Vicus » gio gen 31, 2013 12:50 am

In che ambito li hai trovati i dBm? Se ci riferiamo ad un esempio concreto magari è più facile spiegarti il significato. Anche se è stato spiegato abbastanza bene.
Andrea Vico
Vicus
 
Messaggi: 30
Iscritto il: sab nov 24, 2012 1:39 pm

Re: dBm

Messaggiodi sonum » lun feb 25, 2013 3:49 pm

dB: decibel è un decimo di Bel, prende il nome da Alexander Graham Bell.
La misura in dB indica il rapporto tra due livelli, pertanto viene utilizzato per esprimere il valore di guadagno o attenuazione.

-------------------------------------------------------------------
Nel caso in cui si vuole utilizzare i dB per definire un valore assoluto di livello è necessario che uno dei due valori del rapporto sia fissato come riferimento.
Di seguito ci sono alcune definizioni di dB che utilizzano diversi livelli di riferimento.
-------------------------------------------------------------------

dBV: rappresenta il livello del segnale utilizzando come riferimento 1 Volt RMS.
Quindi 0dBV = 1V senza particolare riferimento all’impedenza su cui il segnale è applicato.

dBu: rappresenta il livello del segnale utilizzando come riferimento 0,775 volt RMS su di un circuito aperto quindi senza carico applicato.

dBm: rappresenta il livello di potenza riferito ad 1 mWatt. Si tratta di un livello riferito a 0.775 volt RMS con
impedenza di 600 Ohm di carico. In questo caso si specifica quindi una misura di potenza e non una misura del livello della tensione.

dBFS: rappresenta il livello digitale riferito al massimo ottenibile su tutto il range della scala.
Non c’è un preciso riferimento correlato al segnale analogico, ma varia in base a quello che noi definiamo essere il livello massimo che per definizione diventa lo 0 dBFS.
0 dBFS rappresenta il livello più alto possibile discriminabile in dominio digitale e coincide con il numero binario costituito da una intera sequenza di “1”.
Di conseguenza una misura in dBFs sarà sempre espressa come un numero negativo.

Facendo un esempio per una applicazione con campionamento a 16bit:
0 dBFs = 2^16 dec = 65536 dec = 0xFFFF hex = 1111 1111 1111 1111 bin

A questo punto cerchiamo di capire perché con 16 bit avremo 96 dB di range e quindi -96dBFs sarà il minimo segnale che riusciremo a discriminare.

In digitale la minima quantità che riusciamo a discriminare sarà 0000 0000 0000 0001bin = 0x1 hex = 1 dec
Calcolando quindi il dBFs del minimo segnale che riusciamo a discriminare prendendo come riferimento lo 0dBFs (che è il massimo segnale che riusciamo a discriminare) otteniamo:

20 * log ( 1/65536) = -96 dBFs

Effettuando un ragionamento analogo, con 20-bit avremo 120 dB di range e con 24 bit avranno 144 dB di range.
Non vi è alcun riferimento standardizzato fra dBFS (che identifica un livello di tensione digitale) e dBu (che identifica un livello di tensione analogica)
Per cui formalmente noi possiamo spostare lo 0dBFS in base al valore di dBu che vogliamo correlare, nel tempo si sono proposti molti standard, ognuno legato ad uno specifico utilizzo, ad esempio la Calibrazione europea e del Regno Unito per Post & Film indica -18dBFs =18; VU=0; dBu=+4; dBV=1.781512; Volts=1.227.
Francesco Ferraro Caruso
sonum
 
Messaggi: 1
Iscritto il: gio feb 24, 2011 9:49 am

Precedente

Torna a Audio Pro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

apri »