Domanda: corso di formazione PES

Forum dedicato...

Moderatori: keepsound, Bufalo

Re: Domanda: corso di formazione PES

Messaggiodi Audi0man » gio gen 20, 2011 5:00 pm

CNSPIPPO ha scritto:
Buongiorno, come potrai leggere ho detto le stesse cose che mi dici, ed è per questo che, nello nostro ambiente specifico e cioè nello spettacolo, occorre creare un nostro percorso formativo in cui il soggetto che che qualifica possa facilmente ottemperare a quanto previsto da legge senza essere obbligatoriamente nell'ambito degli impiantisti.

Ciao. Pippo Soldano



Scusa, perchè tu cosa monti, piastrelle o serramenti ?

Quando arrivi in una piazza o in un teatro, che fai, monti cosa ?

A meno che da ora l'impianto audio non debba essere chiamato sistema di amplificazione, e l'impianto luci sistema d'illuminazione...

Comunque vada sempre impianti sono, e pure ad alto rischio, molto più alto che fare l'impianto elettrico in un appartamento.
Augusto Gregori
Audi0man
 
Messaggi: 479
Iscritto il: ven apr 16, 2010 12:11 am

Re: Domanda: corso di formazione PES

Messaggiodi CNSPIPPO » gio gen 20, 2011 6:12 pm

Allora, gentilmente, non capisco il tono che non solo non condivido ma che non mi appartiene. Ti ricordo, gentilmente e brevemente, che ti stai rivolgendo ad un Delegato Nazionale del COMITATO NAZIONALE SICUREZZA, area Sindacale dei Tecnici ed Addetti nel settore dello Spettacolo e quindi, se permetti, siamo a conoscenza di ciò che stiamo parlando. I problemi che si incontrano quotidianamente sul luogo di lavoro li conosciamo bene ma BASTA frequentare corsi "affini" che non ci appartengono. E' vero che la corrente elettrica è sempre quella ma hai già provato a far lavorare un elettricista che magari fa tutti i giorni impianti civili a lavorare nel nostro ambito ? e un "elettricista" che lavora in teatro sa fare impianti civili e, soprattutto gli interessa farne ? Ci stiamo battendo per creare un ambito lavorativo "nostro" che è diverso da ogni cosa che già c'è. Di questo trattiamo quotidianamente e , visto l'impegno e la competenza che ci mettiamo e che stiamo tentando di "FARE" qualcosa al riguardo e non solo chiacchiere, un minimo di rispetto vada concesso.

Un saluto.

Comitato Nazionale Sicurezza CNS - Pippo Soldano.
Giuseppe Soldano
CNSPIPPO
 
Messaggi: 11
Iscritto il: gio set 23, 2010 5:52 pm

Re: Domanda: corso di formazione PES

Messaggiodi freddypc » gio gen 20, 2011 6:26 pm

CNSPIPPO ha scritto:Allora, gentilmente, non capisco il tono che non solo non condivido ma che non mi appartiene. Ti ricordo, gentilmente e brevemente, che ti stai rivolgendo ad un Delegato Nazionale del COMITATO NAZIONALE SICUREZZA, area Sindacale dei Tecnici ed Addetti nel settore dello Spettacolo e quindi, se permetti, siamo a conoscenza di ciò che stiamo parlando. I problemi che si incontrano quotidianamente sul luogo di lavoro li conosciamo bene ma BASTA frequentare corsi "affini" che non ci appartengono. E' vero che la corrente elettrica è sempre quella ma hai già provato a far lavorare un elettricista che magari fa tutti i giorni impianti civili a lavorare nel nostro ambito ? e un "elettricista" che lavora in teatro sa fare impianti civili e, soprattutto gli interessa farne ? Ci stiamo battendo per creare un ambito lavorativo "nostro" che è diverso da ogni cosa che già c'è. Di questo trattiamo quotidianamente e , visto l'impegno e la competenza che ci mettiamo e che stiamo tentando di "FARE" qualcosa al riguardo e non solo chiacchiere, un minimo di rispetto vada concesso.

Un saluto.

Comitato Nazionale Sicurezza CNS - Pippo Soldano.


Mi auguro che si arrivi a qualcosa di concreto e finalmente chiaro per il bene di tutta la nostra categoria.
Buon lavoro.
Federico Bianchi
Avatar utente
freddypc
 
Messaggi: 584
Iscritto il: lun gen 21, 2008 6:39 pm

Re: Domanda: corso di formazione PES

Messaggiodi alessandro » gio gen 20, 2011 9:54 pm

Egregio Sig. Pippo Soldano
CNSPIPPO ha scritto:Delegato Nazionale del COMITATO NAZIONALE SICUREZZA, area Sindacale dei Tecnici ed Addetti nel settore dello Spettacolo
Lei continua a dare informazioni distorte sulla sicurezza e salute dei lavoratori sui luoghi di lavoro. Nel testo Unico sulla Sicurezza D.Lgs 81/08 viene ribadito che "i lavoratori siano salvaguardati da tutti i rischi di natura elettrica connesso all'impiego dei materiali, delle apparecchiature e degli impianti elettrici messi a loro disposizione". Un elettricista che lavora in teatro deve essere salvaguardato come un impiantista civile o industriale o no? Lo vogliamo capire che la "scossa" è la stessa per tutti? e che si muore allo stesso modo.Questo non vuol dire che chiunque salga su un palco debba essere formato PES o PAV, così come giustamente precedentemente detto. Cosa ben diversa sono i Corsi di Formazione Professionale per apprendere un'arte o un mestiere a cui Lei fa riferimento. Per poter svolgere il ruolo di RSPP i moduli A B (modulo ATECO di appartenenza) e C sono per tutti uguali, non si fa distinzione per teatranti e non.
Perchè scomodare il DM 37/08! E' chiaro che il lavoratore "elettrico" deve lavorare per una impresa di installazioni elettriche!
Chiedo scusa per la mia irruenza ma ho il timore che in questo forum vengano veicolate informazioni che poi ci creano GRANDI problemi con le CVLPS.
Sono sempre disponibile per un sano e costruttivo processo di crescita per la categoria.
Cordialmente
Alessandro Alì
Alessandro Alì
alessandro
 
Messaggi: 166
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm

Re: Domanda: corso di formazione PES

Messaggiodi Audi0man » gio gen 20, 2011 11:50 pm

Quoto al 100 % quello che ha detto Alessandro, e aggiungo:

CRITERI PER L'INDIVIDUAZIONE E L'ATTRIBUZIONE DELLA
CONDIZIONE DI PES, PAV O PEC E DELL'ATTESTAZIONE DI
IDONEITA' "PEI" AI LAVORATORI ADDETTI AI LAVORI ELETTRICI

Lavoratori dipendenti
In base alla norma CEI 11-27 lattribuzione della condizione di PES e PAV per lavoratori
dipendenti è di esclusiva pertinenza del datore di lavoro.
Detta attribuzione, accompagnata dallindicazione della tipologia o delle tipologie di lavori
cui si riferisce, deve essere formalizzata per iscritto nellambito aziendale.


Detto questo, aggiungerei che PAV PES e PEI non hanno NULLA a che fare con le dichiarazioni di conformità e la 37/08.
Sono normative SULLA SICUREZZA SUL LAVORO E BASTA.


Infatti, un'eventuale attribuzione di uno dei sopracitati titoli di formazione NON AUTORIZZA a firmare alcuna dichiarazione.


UN IMPIANTO PER UN CONCERTO E' UN IMPIANTO RITENUTO AD ALTO RISCHIO, e ripeto, il rischio è ben maggiore che in un appartamento.

Se poi vuole proprio prendere per esempio che un elettricista non monta palchi, allora posso farle l'esempio che un fonico non cabla una Powerbox.
Sembra assurdo il mio esempio, ma come la mette lei con "un ambito di lavoro nostro" farebbe di tutta l'erba un fascio.
Se uno è elettricista allora aggiusta i paralumi, se uno è del rock and roll monta quadri per concerti.

Cercare di raggirare "ostacoli" come la 37/08 potrebbe solo che peggiorare le cose.

E comunque il mio non era un tono aggressivo come il suo, semplicemente dai suoi post stava illudendo molti utenti di qualcosa che in realtà non è.
Augusto Gregori
Audi0man
 
Messaggi: 479
Iscritto il: ven apr 16, 2010 12:11 am

Precedente

Torna a Consigli, diritti e doveri dei tecnici per lo spettacolo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti

cron
apri »