Corso on line norma CEI 11-27

Forum dedicato...

Moderatori: keepsound, Bufalo

Corso on line norma CEI 11-27

Messaggiodi Bonfadini Manli » mar mar 01, 2011 1:57 pm

Manlio Bonfadini
Bonfadini Manli
 
Messaggi: 765
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm

Re: Corso on line norma CEI 11-27

Messaggiodi nicola_dagnelli » gio mar 17, 2011 3:11 pm

ma questi corsi...."online" valgono?
mi spiego meglio...fatto il corso e ricevuto l'attestato...quell'attestato ha valore per una commissione ?

parlando cn alcuni colleghi,ho sentito che sono dei semplici corsi illustratiti che non hanno nessun valore sia curriculare sia professionale!

Ad esempio, l'attestato come "Preposto alla sicurezza" che fanno parecchie cooperative per lo spettacolo,ha valore dopo 10 ore di corso?e dopo aver ricevuto l'attestato dp una semplice verifica a X(con risposta multipla? e in piu fatto online?
Nicola D'Agnelli
nicola_dagnelli
 
Messaggi: 118
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:02 pm

Re: Corso on line norma CEI 11-27

Messaggiodi Serviceofsound » mar apr 26, 2011 2:06 pm

infatti ragazzi anche io ero interessato a questa cosa,fatemi sapere!!
Domenico Trotta
Avatar utente
Serviceofsound
 
Messaggi: 110
Iscritto il: mar mar 31, 2009 11:56 am
Località: salerno

Re: Corso on line norma CEI 11-27

Messaggiodi pickeslide » mer giu 01, 2011 8:36 pm

fatevi inviare un foglio dove vi garantiscono che il corso sia riconosciuto e quindi valido ... probabilmente la maggior parte di questi corsi ti rilasciano il solo attestato di frequenza che però attesta solo che tu hai frequentato un corso ma non ti abilita a niente ...
Luca Piccolotti
pickeslide
 
Messaggi: 42
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:02 pm

Re: Corso on line norma CEI 11-27

Messaggiodi Audi0man » dom giu 19, 2011 9:34 am

Non voglio nemmeno indagare sulla bontà o sulla validità del corso, ma una volta letti i commenti mi sorge spontanea la domanda: SAPETE A COSA SERVE QUEL CORSO ???

Serve per fornire al vostro datore di lavoro IN POSSESSO DELLA 37/08, un qualcosa che gli permetta di qualificarvi come PAV, PES o PEI.

Credevo che non l'avessero scritto, ma mi sbagliavo: Al superamento del test di valutazione finale, i partecipanti riceveranno l'attestato di partecipazione al corso, che permette di essere qualificati dal proprio datore di lavoro come persona avvertita, persona esperta e persona idonea (PAV, PES e PEI) all'esecuzione di lavori elettrici .


Se non avete la 37/08 o non ce l'ha il vostro datore di lavoro, il corso è inutile.

Se state cercando un corso che vi abiliti al DM 37/08, ne trovate sulle pagine gialle sotto la voce "università".
Augusto Gregori
Audi0man
 
Messaggi: 479
Iscritto il: ven apr 16, 2010 12:11 am

Re: Corso on line norma CEI 11-27

Messaggiodi RobRoy » gio set 13, 2012 1:51 pm

Lo so che il post è vecchio ma vorrei dare il mio contributo ugualmente, almeno per fare chiarezza per chi come me ha cercato una normativa e ha trovato questa pagina.

- non si è "in possesso della 37/08" e nessuno può esserlo; questo perché è una legge dello stato (più precisamente un Decreto Ministeriale), non una qualifica. al massimo si possono avere i requisiti tecnico-professionali necessari per effettuare lavori su impianti le cui caratteristiche sono presenti nel campo di applicazione del DM 37/08 (vedi qui per approfondire), ma questo detto in parole più semplici, non significa altro che la vostra ditta o voi, siete iscritti all'albo delle imprese artigiane come impiantisti.
- se la vostra azienda non ricadete nel campo di applicazione del DM 37/08, significa che probabilmente fate il fioraio o il panettiere e non vi occupate di impiantistica (in senso generale), quindi è normale che non vi interessi fare un corso per diventare una "Persona ESperta" o una "Persona AVvertita" nell'esecuzione di LAVORI ELETTRICI
- l'attestato di questo tipo di corsi (ovvero di qualunque corso sulla CEI 11-27) praticamente ha lo stesso valore della carta igienica, perché da come è scritta la norma in questione, la qualifica si ottiene dal datore di lavoro (e da se stessi nel caso dei liberi professionisti) e non necessariamente da un ente di formazione, anche dopo il corso è il vostro principale che vi "qualifica" in base alla vostra esperienza lavorativa come PES o PAV, ma può anche darvi la norma da leggere, verificare che l'abbiate fatto e darvi la qualifica...teoricamente parlando, è sempre un pezzo di carta in più, e si sa che con certe persone (ignoranti) conta più di mille anni di esperienza documentata nel settore.

questi corsi sono pensati per le ditte impiantistiche (che si occupano soprattutto di manutenzioni di impianti) che dovrebbero fare formazione in ambito della sicurezza elettrica, ma che non hanno tempo/conoscenze/strumenti per gestire la cosa internamente, quindi iscrivono in massa i loro lavoratori a corsi di questo genere per stare più tranquilli

su che basi posso dire queste cose? sono un coordinatore per l'esecuzione e la progettazione per la sicurezza, sono un direttore lavori, sono un impiantista, sono un fonico e soprattutto sono un docente di corsi sulla CEI 11-27

il mio consiglio? se vi occupate di impiantistica e volete investire in formazione a vantaggio di una maggiore sicurezza sul lavoro, fate il corso o fatevi affiancare da qualcuno più esperto o che ha già la qualifica per "assorbirla"; se siete un libero professionista e vi serve il foglio di qualifica, potete fare il corso o risparmiare qualcosina e imparate la norma autocertificando la vostra competenza.
Roberto Pisutu
Avatar utente
RobRoy
 
Messaggi: 16
Iscritto il: lun dic 07, 2009 7:18 pm

Re: Corso on line norma CEI 11-27

Messaggiodi Audi0man » gio set 13, 2012 2:34 pm

Assorbire cosa scusa ?
Augusto Gregori
Audi0man
 
Messaggi: 479
Iscritto il: ven apr 16, 2010 12:11 am

Re: Corso on line norma CEI 11-27

Messaggiodi RobRoy » ven set 14, 2012 2:11 pm

...la qualifica!

mi spiego meglio:
mettiamo il caso che nella tua impresa c'è "Gino" che ha la qualifica di PES.
per la normativa, il solo fatto di lavorare nella squadra di Gino è sufficiente per permettere al titolare di attribuirti la qualifica di PAV o PES

dato che un'immagine è meglio di mille parole, ho messo come allegato un piccolo diagramma di flusso che spiega tutto! ;)

nel diagramma con "lavoratore professionale" intende una persona che svolge lavori elettrici per professione, prestando servizio per un'attività iscritta all'albo delle imprese artigiane per lavorazioni nell'ambito di applicazione del DM 37/08)
la qualifica PEI vuol dire "Persona per i lavori sotto tensione in BT" che come si nota dal diagramma, può essere attribuita automaticamente a un PES a patto che abbia una certa esperienza, cioè che in pratica abbia una certa esperienza e conoscenza dei danni che la corrente può causare al corpo umano e dei relativi dispositivi di protezione individuale pensati per evitarli/limitarli
Allegati
diagramma.jpg
diagramma.jpg (20.08 KiB) Osservato 4871 volte
Roberto Pisutu
Avatar utente
RobRoy
 
Messaggi: 16
Iscritto il: lun dic 07, 2009 7:18 pm

Re: Corso on line norma CEI 11-27

Messaggiodi Audi0man » ven set 14, 2012 6:56 pm

Stai facendo una discussione inutile, perchè il problema è che alla base, è che ci sono service che hanno la ditta ma NON hanno i requisiti tecnico-professionali per ottenere l'abilitazione.

E per "assorbirla" uno deve essere dipendente INPS/INAIL a tempo indeterminato per una azienda che li possiede.

Se poi vuoi far diventare PEI/PES il titolare di un service, trovo la cosa poco produttiva perchè comunque non potrà mai firmare una dichiarazione di conformità, di corretto montaggio e di corrispondenza.
Augusto Gregori
Audi0man
 
Messaggi: 479
Iscritto il: ven apr 16, 2010 12:11 am

Re: Corso on line norma CEI 11-27

Messaggiodi RobRoy » dom set 16, 2012 6:11 pm

Audi0man non mi sembra di aver detto niente di inutile o che possa portare al ragionamento che hai fatto tu, leggi più attentamente.
non ho mai detto che un padrone di service deve diventare PES/PAV, lui credo sarà iscritto al registro delle imprese in maniera diversa rispetto a chi si occupa di impianti elettrici, ti dirò che non solo non so se un service è tenuto all'iscrizione all'albo delle imprese artigiane ma che non mi interessa neanche! io mi occupo di ingegneria del suono, non ho attrezzature da affittare; monto, configuro e gestisco le apparecchiature per conto terzi e per fare questo non sono iscritto a nessun registro delle imprese, ne a INPS/INAIL...e nonostante questo ho preso la qualifica non solo di PES ma anche di PEI.

non è vero che per avere la qualifica per affiancamento si deve avere un posto a tempo indeterminato ed iscrizione all'INPS/INAIL, dove l'hai letta questa cosa? come ho detto, PES e PAV sono certificazioni che ti da il tuo datore di lavoro, non INPS ne INAIL.

ci sono ditte impiantistiche che si occupano anche di audio, facendo manutenzione degli impianti in teatro o cose del genere, e penso che la qualifica PES/PAV possa servire a loro più che a un service, ma non perché lavorano con impianti audio, ma perché può capitargli di mettere le mani dentro quadri elettrici o sostituire il motore di un paranco elettrico.

il mio intervento era riferito a quei lavoratori a cui questa qualifica può interessare, poi sta all'intelligenza e alla competenza del singolo individuo che dovrebbe scremare quello che ho scritto tenendo la parte che lo interessa e capire se per il suo lavoro serva o no avere una qualifica del genere. io come fonico posso prendermi una certificazione microsoft per lavorare sulle reti informatiche, non me lo vieta nessuno, ma mi serve? di sicuro non per fare il fonico, e lo stesso vale per la qualifica di PES o PAV!
Roberto Pisutu
Avatar utente
RobRoy
 
Messaggi: 16
Iscritto il: lun dic 07, 2009 7:18 pm

Prossimo

Torna a Consigli, diritti e doveri dei tecnici per lo spettacolo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

apri »