fonico e corsi

Forum dedicato...

Moderatori: keepsound, Bufalo

fonico e corsi

Messaggiodi freddypc » lun apr 23, 2012 2:33 pm

Per essere completamente in regola ed esercitare la professione di fonico (quindi diciamo il cablaggio, microfonatura e lavoro al mixer, niente che riguardi montaggio), di quali corsi bisogna avere l'attestato? Bastano Rischi elettrici e DPI o serve altro?
Ce ne sono di specifici?
Federico Bianchi
Avatar utente
freddypc
 
Messaggi: 584
Iscritto il: lun gen 21, 2008 6:39 pm

Re: fonico e corsi

Messaggiodi freddypc » gio apr 26, 2012 8:49 am

Mi sembra di intuire che non c'è molta chiarezza sull'argomento... nessuno che sa niente?!?
Federico Bianchi
Avatar utente
freddypc
 
Messaggi: 584
Iscritto il: lun gen 21, 2008 6:39 pm

Re: fonico e corsi

Messaggiodi Ing_Moli » mer mag 02, 2012 1:45 pm

Ciao !

Probabilmente le cose possono cambiare se sei lavoratore autonomo o sotto cooperativa, in questo caso informati da chi ti gestisce, per fare il fonico hai bisogno comunque dei dispositivi di sicurezza (casco ecc..) finchè non è chiuso stai lavorando in un cantiere. Per il resto se metti mano anche solo ad una spina sicuramente avrai bisogno di essere in regola con rischi elettrici.
Marco Molinari
Ing_Moli
 
Messaggi: 127
Iscritto il: mar nov 02, 2010 9:16 pm

Re: fonico e corsi

Messaggiodi freddypc » mer mag 02, 2012 2:06 pm

Supponiamo da autonomo (anche se credo che sia uguale, che lavori da solo o per una cooperativa la regolamentazione dovrebbe essere la stessa, così come i rischi!).
Quindi Rischio elettrico e DPI come già avevo più o meno individuato.
Grazie
Federico Bianchi
Avatar utente
freddypc
 
Messaggi: 584
Iscritto il: lun gen 21, 2008 6:39 pm

Re: fonico e corsi

Messaggiodi alessandro » ven mag 18, 2012 9:41 pm

io aggiungerei rischio incendio, rischio fisico rumore e conoscenze sul microclima
Alessandro Alì
alessandro
 
Messaggi: 166
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm

Re: fonico e corsi

Messaggiodi keepsound » ven mag 18, 2012 10:44 pm

Il rischio fisico rumore mi pare una cosa assurda per un fonico!!!! Come dire a Schumacher che e' pericoloso guidare l'auto...mah, se ne sentono di tutti i colori. Ma secondo qualcuno, noi fonici amplifichiamo martelli compressori?
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

Re: fonico e corsi

Messaggiodi alessandro » sab mag 19, 2012 7:35 am

Il rumore è un segnale di disturbo rispetto all'informazione trasmessa in un sistema. Come i suoni, il rumore è costituito da onde di pressione sonora. Nella valutazione del rischio rumore non si esamina in contenuto informativo del suono, ma la sua pressione sonora. Del resto il termine rumore è molto vago: il "rumore" del motore di una Ferrari per il meccanico è suono per le sue orecchie, in quanto fornisce le informazioni necessarie per capire se la macchina funziona perfettamente. Un ottimo brano di musica di un ottimo esecutore (magari tra quelli preferiti) può diventare rumore se in un momento particolare della vita reca fastidio (privo di contributo informativo perchè si ha la necessità di riposare, per esempio) Quindi l'analisi viene fatta sui livelli acustici.
Schumacher lo sa perfettamente che è pericoloso guidare l'auto e studia e si allena per guidarla al meglio. Cercando di minimizzare i pericoli per se e per gli altri. Ma l'incidente è sempre in agguato
Alessandro Alì
alessandro
 
Messaggi: 166
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm

Re: fonico e corsi

Messaggiodi keepsound » sab mag 19, 2012 11:53 am

Alessandro,
Non m'hai spiegato nulla e non hai capito cosa volevo dire io.
Per intenderci, per il pericolo di venire colpiti da una accidentale cadua di un oggetto dall'alto devo indossare un casco, ed é ok.
Contro il rischio fisico rumore invece dovrei andare in giro con i tappi per le orecchie.
Ora...chi fa rumore, senza andare a sindacare se é bello o brutto, se è musica , scoreggia o altro, sono io, Io devo amplificare tale rumore nella giusta misura perché ne fruisca il pubblico nella stessa misura. I musicisti, anch'essi produttori di rumore, dovrebbero indossare tappi per le orecchie pure loro: cosi sentono meno rumore (sono protetti), e fanno piú rumore di prima per poterne fruire in giusta misura...peccato che cosi facendo spaccano itimpani ai musicisti e tecnici che hanno vicino....ma anche loro hanno i tappi nelle orecchie , solo il pubblico non avrà i tappi nelle orecchie quando il cantiere sarà terminato, ma subirà dei danni all'udito...tutto dipande da quanto attenuano l'spl i miei tappi per le orecchie.
Dici che dopo dovrei abbassare il volume? Nemmeno per scherzo, ho lavorato tutto il giorno pertrovare un riferimento, e devo continuare a lavorare con i tappi nelle orecchie, i quali tra l'altro hanno una attenuazione in curva non lineare (ci sono anche i tappi ad attenuazione lineare, ma non fanno ció che promettono).
Ah, nel pomeriggio durante il cantiere un backliner è finito all'ospedale: è caduto un faro. Meno male che aveva il caschetto di protezione, ma non é riuscito a spostarsi in tempo non avendo sentito l'urlo di avvertimento di un compagno di squadra...aveva i tappi nelle orecchie.

Capisci perché é tutta una stronzata? Qua il potenziometro del volume ce l'ho io, non siamo in fabbricca dove ci sono macchinari, presse, martelli compressori, generator, pompe, e quant'altro costantemente in funzione e dai rumori delle quali bisogna proteggersi. E quel rumore che produciamo, dobbiamo sentirlo, e lo devono sentire tutti, dai musicisti ai tecnici, anche ai tecnici delle luci, volendo anche ai facchini. Ti ricordo che ogni pass deve avere applicato il timbro della SIAE.
Ciao
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

Re: fonico e corsi

Messaggiodi alessandro » sab mag 19, 2012 12:58 pm

Diciamo che quello che volevi dire tu è stato da me compreso, mentre su quello che volevo dire io non mi sono saputo spiegare. Fare la valutazione del rischio rumore non VUOL DIRE andare in giro con i tappi nelle orecchie, ma semplicemente tutelare quello che ha di più caro il fonico: L'UDITO.
Del resto ognuno rimane convinto delle proprie convinzioni (perdona il bisticcio di parole)
Saluti
Alessandro Alì
alessandro
 
Messaggi: 166
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm

Re: fonico e corsi

Messaggiodi keepsound » sab mag 19, 2012 2:04 pm

Ma si Alessandro, ma potrai ben capire che di fonici autolesionisti non ce ne stanno in giro, e se ci fossero verrebbero immediatamente licenziati, pertanto quella sorta di normativa, se di normativa si puo' parlare in quanto esclusivamente derivata dai cantieri edili, ha il senso che le si puo' dare: nel nostro contesto nessuno. In realta' io ho compreso anche quello che volevi dire tu.
Ciao
Italo Lombardo
Avatar utente
keepsound
 
Messaggi: 3857
Iscritto il: lun giu 25, 2007 6:01 pm
Località: La Spezia

Prossimo

Torna a Consigli, diritti e doveri dei tecnici per lo spettacolo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
apri »