VST analogici per Ableton

Forum dedicato al mondo, ai prodotti, alle tecnologie hardware e software ed ai metodi di lavoro nella "Registrazione in Studio".

Moderatori: keepsound, Bufalo

VST analogici per Ableton

Messaggiodi vinpvc » ven nov 05, 2010 4:34 pm

Salve a tutti.
Vorrei a breve acquistare un pò di strumenti virtuali per il mio nuovo notebook (un Vaio i7 - hd 500gb 7200rpm partizionato 150 + 350 - 8gb di ram - win 7 home premium 64 bit), collegato al mio Korg Zero 8 (mixer da dj/controller midi/interfaccia firewire).
L'idea è di sperimentare - su Ableton Live 8 - soprattutto in ambito IDM con sonorità "analogiche spinte", e con un'ampia tavolozza di suggestioni elettroniche (secondariamente mi farebbero piacere anche ottimi timbri vintage di pianoforti elettrici).
Voi al posto mio cosa acquistereste?
- Ableton Live 8 Suite (con synth affini a quelli della APPLIED ACOUSTIC SYSTEM, se non ho capito male)?
- Ableton Live 8 + NATIVE INSTRUMENTS Komplete 7?
- Ableton Live 8 + ARTURIA V Collection 2?
- Ableton Live 8 + APPLIED ACOUSTIC SYSTEM Modeling Collection?
- Ableton Live 8 + Gforce bundle?
Oppure, addirittura:
- Ableton Live 8 Suite + NATIVE INSTRUMENTS Komplete 7?
- Ableton Live 8 Suite + ARTURIA V Collection 2?
- Ableton Live 8 Suite + Gforce bundle?
Insomma: vorrei un "parco suoni" semi-definitivo, ma non vorrei stare a buttare soldi acquistando più vst che magari replicano simili sonorità tra di loro (considerando anche che ho già dei synth fisici: Korg M3+EXB Radias rack e Waldorf Blofeld)...
In effetti un'altra politica potrebbe essere quella di non prendere bundle, ma concentrarsi su singoli suoni: forse col tempo si spende di più (perché non si hanno i vantaggi economici offerti dai bundle), ma si costruisce un parco suoni ad personam (il che è una bella cosa).
In questo caso prenderei in considerazione vst come U-he ACE (tra l'altro sono interessato anche a Zebra 2.5), DCAM Synth Squad, Sonicprojects OP-X PRO, Korg Legacy Collection (Analog Edition?), Xils 3, alcuni GForce, FABFILTER, UEBERSHALL, ecc.
Ulteriore possibilità è quella di investire parte del budget in processori di segnale, per moltiplicare le possibilità sonore: in effetti a me interessano suoni analogici e moog non da citare nostalgicamente ma da rielaborare in chiave contemporanea, creando cioè qualcosa di nuovo...
Tutto questo per dirvi che sono in alto mare...
Qual è secondo voi la soluzione più valida e dal miglior rapporto qualità/prezzo?
Grazie in anticipo
Vin Pvc
vinpvc
 
Messaggi: 26
Iscritto il: lun set 06, 2010 12:23 pm

Torna a Studio Pro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

apri »